Protagonisti 2017

Massimiliano Lepera

  Nato a Catanzaro il 3 giugno 1991, laureato nel 2014, con lode e pubblicazione tesi, in Filologia e Storia dell’Antichità a Pisa. Già docente di greco presso il Liceo Classico “Galluppi” di Catanzaro, di latino presso il Liceo delle Scienze Umane “De Nobili” di Catanzaro e di greco presso il Pontificio Seminario Teologico “S. Pio X” di Catanzaro, attualmente insegna latino e greco presso il Liceo Classico “Sirleto” di

Marilena Cerzoso

Marilena Cerzoso, archeologa specializzata in archeologia classica  presso l’università di Bari, dirige, da diversi anni, il Museo Civico  dei Brettii e degli Enotri a Cosenza dopo averlo riallestito  nella nuova sede del complesso monumentale di S. Agostino,  inaccessibile a seguito della sua  chiusura  nella sede originaria. Ha curato la redazione del catalogo dell’esposizione coordinando un  nutrito gruppo di  lavoro. Si occupa di didattica museale  promuovendo  attività  finalizzate alla fruizione del

Chiara Raimondo

  Chiara Raimondo, archeologa medievista, è dottore di ricerca in Storia e archeologia medievale presso l’Università Paris X Nanterre. Ha eseguito  molti scavi in Calabria, in particolare  nei cosiddetti luoghi  di Cassiodoro, nel Monastero fortificato della Grangia di Montauro,  nel castello normanno di  Squillace.  Professore a contratto di Archeologia cristiana presso l’UNICAL; insieme alla cooperativa “ Giardini di Hera,  di cui è presidente, gestisce, dal 2015,  il  Castello Normanno di

Nicoletta Grillo

    Nata a Milano, si laurea in Filosofia all’Università Statale e poi si trasferisce a Berlino, dove scrive un dottorato su Paul Valéry in seguito pubblicato dalla casa editrice berlinese Logos. Sempre nella capitale tedesca comincia a lavorare come insegnante e a scrivere poesia. Nel 2014 pubblica la silloge Lettere all’amministrazione del condominio (ed. LietoColle), che nel 2015 vince il premio di Letteratura Città di Como come migliore opera

Pietro Aloise

Pietro Aloise è nato il 19/06/1943 a Bucita-S.Fili (Cosenza). Dal 1954 vive a Roma. Nel 1988 esordisce con la silloge Nonostante tutto i fuochi sono accesi prefazione Dante Maffia mentre nel 1990 ha dato alla stampa la prima raccolta di poesie Le trappole della nostalgia. Nel 1993 pubblica L’amore comunque prefazione Walter Pedullà mentre nel 1999 ha dato alla stampa la silloge in dialetto calabrese Jiùri ca’ ‘un si scìppanu: Premio

Vitaliano Papillo

  Vitaliano Papillo è nato a Vibo Valentia il 28 marzo 1982. Laureato in Economia aziendale e management, lavora come libero professionista nel settore sindacale ed assicurativo con il ruolo di responsabile provinciale. Crede nella politica del fare e del servizio ed è iscritto nelle fila del Partito Democratico, in cui ricopre il ruolo di delegato all’ambiente ed alla tutela del territorio in seno alla segreteria provinciale vibonese. Il 27