Francesca Prestia

Venerdì 30 gennaio alle ore 19.00 al Sistema Bibliotecario Vibonese la cantastorie Francesca Prestia darà voce ad un coro di donne, calabresi e italiane, per rileggere insieme dolorose e gloriose pagine di storia della Grande Guerra.
Lo farà con voce di donna. Attraverso pagine di diari. Canti di donne. Mogli. Madri. Fidanzate. Crocerossine. Operaie. Contadine. Tramviere.
Tra queste donne ci sarà la voce della signora Concetta Tropiano, madre dei due giovani di Jonadi (VV) Nicola e Fortunato Gentile caduti entrambi.
Ci sarà la voce della signora Marianna Scalamandrè, madre di Nazzareno Cremona di Monteleone, bellissimo e valorosissimo soldato al quale Giuseppe Ungaretti dedicò la poesia Il Capitano.
Ci sarà la voce di Maria Galati, figlia di Vincenzo di Vallelonga, che ci racconterà la triste storia del suo giovane padre, soldato anch’egli valoroso morto durante l’ingiusta decimazione inflitta alla Brigata Catanzaro.

L’evento è inserito nell’ambito del Festival Leggere&Scrivere Off.