IONADI

Nel 1879 entra a far parte, nella regione Calabria, della costituita provincia di Catanzaro con la quale rimane sino al 1995, anno in cui passa sotto l’attuale provincia di Vibo Valentia. Numerose sono le chiese presenti nel comune (ben 5 nel capoluogo e 2 nella frazione di Nao) a testimonianza del culto di questa comunità.
La chiesa Matrice, di Santa Maria Maggiore, di età rinascimentale, conserva un piccolo Ciborio marmoreo scolpito a fogliame e la Resurrezione di Cristo, tela settecentesca dipinta ad olio. La cinquecentesca chiesa di Santa Maria degli Angeli conserva una Madonna delle Grazie, pala d’altare tardo rinascimentale dipinta ad olio su tela. Le altre tre chiese del capoluogo sono: Chiesa di San Nicola, l’Addolorata e la chiesa di San Rocco.