scarica il programma

 

PIZZO – SERRA SAN BRUNO – SORIANO – TROPEA

Come nelle precedenti edizioni, anche quest’anno il TF Leggere & Scrivere coinvolgerà nelle sue attività i paesi che fanno parte del partenariato territoriale: Pizzo, Serra San Bruno e Soriano. Tra le molte attività che si svolgeranno nei territori coinvolti, da martedì a giovedì 4-7 ottobre si svolgeranno una serie di passeggiate culturali nel centro storico di Vibo Valentia a cura dell’Associazione Mnemosyne:
Le passeggiate sono gratuite e non hanno limiti di partecipanti, perciò chi fosse interessato può aderire iscrivendosi a delle apposite liste che saranno fruibili fin da lunedì 3 presso lo stand di Mnemosyne all’ingresso di Palazzo Gagliardi.
In seguito a un accordo con Beatrice Lento, dirigente scolastico dell’Istituto Istruzione Superiore di Tropea, anche Tropea ospiterà alcuni incontri del Festival.
Inoltre è previsto un appuntamento anche a Marina di Gioiosa Ionica.

 

PIZZO
6 ottobre – ore 18.30 – Pizzo – Museo della Tonnara
Peppe Voltarelli presenta il disco “Voltarelli canta Profazio (Squilibri editore, 2016)
La tradizione dei cantastorie, che nell’incontro tra Otello Profazio e Ignazio Buttitta ha avuto uno dei suoi momenti più emblematici, rivive nella voce e nell’interpretazione di Peppe Voltarelli, animando la rappresentazione dolente e stralunata di un meridione eternamente eguale a sé stesso. Le grida di un’indignazione civile, impossibile a placarsi nel lamento compassionevole e nell’autocommiserazione pietosa, si levano alte nel dispiegarsi di un’amara ironia, per cantare ancora le ferite sanguinolente della storia, il flagello della mafia, il dramma dell’emigrazione, la desolazione di periferie abbandonate.
Sezione “Carta Canta”

 

 
SERRA SAN BRUNO

8 ottobre – Ore 11.00 – Istituto Comprensivo Statale “A. Tedeschi”
Michele D’Ignazio presenta “Pacunaímba. L’avventuroso viaggio di Santo Emanuele”(Rizzoli, 2016)
Santo Emanuele è il giovane aiutante del sindaco di Lancastre, un tipo eccentrico e truffaldino. Le elezioni sono imminenti, il paese è in subbuglio e, per essere rieletto, il primo cittadino ha bisogno del voto di un lontano parente di Santo Emanuele, disperso da anni nel grande Brasile. Con la testa che torna sempre alla dolcissima collega Mara, l’ingenuo e sprovveduto impiegato si imbarca in un avventuroso viaggio all’insegna della meraviglia. Tra gli imponenti alberi del mato, le baracche di lamiera delle favelas e i bambini che giocano nel diluvio, il Brasile si rivela uno specchio magico che riflette di Santo Emanuele un’immagine nuova e molto diversa quella che lui ha sempre visto.
Sezione “Calabria, Fabbrica di Cultura”

8 ottobre – Ore 18.00 – Palazzo Chimirri
Il fronte della notizia. Intervengono Arcangelo Badolati, Filippo Veltri e Mimmo Gangemi, modera Sergio Pelaia
Come è cambiata l’informazione in Calabria? Filippo Veltri e Arcangelo Badolati, con alle spalle una lunga esperienza sul campo, raccontano il giornalismo nel tempo dei social e discutono con lo scrittore Mimmo Gangemi sul modo in cui la comunicazione condiziona la società e il territorio: la narrazione della Calabria e il tema connesso dell’informazione descrive la complessità di una regione fuori dai luoghi comuni e dagli stereotipi.
Sezione “Calabria, Fabbrica di cultura”

 

 
SORIANO
5 ottobre – Ore 17.00 – Biblioteca Calabrese
Presentazione del libro “Soriano Calabro”. Domenico Porcelli dialoga con Francesco Bartone, Merilia Ciconte e Pietro Melia
Sezione “Calabria, Fabbrica di cultura”

5 ottobre – Ore 21.00 – Biblioteca Calabrese
Gioacchino Criaco, autore dei romanzi “Anime Nere” (Rubbettino, 2008) e il “Saltozoppo” (Feltrinelli, 2015) dialogherà con Alessandro Besselva Averame e Francesco Bartone 
Sezione “Calabria, Fabbrica di cultura”

 

 

TROPEA
5 ottobre – ore 19.30 – Chiostro Peppino Impastato
Piero Badaloni presenta “In nome di Dio e della patria. I bambini rubati dal regime franchista” (Castelvecchi, 2014). Conversa con l’autore Alessandro Russo
Durante la dittatura, su suggerimento dello psichiatra Vallejo Najera, i bambini venivano sottratti alle madri per evitare che prendessero da loro “il virus del marxismo” ed affidati a coppie compiacenti al regime. Il tutto avveniva con una stretta complicità dei rappresentanti ecclesiastici; le madri, una volta partorito, venivano fucilate. Alla fine del regime, i franchisti hanno imposto una legge di amnistia, una sorta di patto dell’oblio di 40 anni di dittatura: solo nel 2007 il governo Zapatero ha cercato di recuperare la memoria storica. Parte da quella vicenda la necessità di un’autocritica da parte di “una stampa maledettamente provinciale”.
Sezione “Una Regione per Leggere”

6 ottobre – ore 11.00 – affaccio Largo Galluppi
Peppe Voltarelli presenta il disco “Voltarelli canta Profazio (Squilibri editore, 2016)
La tradizione dei cantastorie, che nell’incontro tra Otello Profazio e Ignazio Buttitta ha avuto uno dei suoi momenti più emblematici, rivive nella voce e nell’interpretazione di Peppe Voltarelli, animando la rappresentazione dolente e stralunata di un meridione eternamente eguale a sé stesso. Le grida di un’indignazione civile, impossibile a placarsi nel lamento compassionevole e nell’autocommiserazione pietosa, si levano alte nel dispiegarsi di un’amara ironia, per cantare ancora le ferite sanguinolente della storia, il flagello della mafia, il dramma dell’emigrazione, la desolazione di periferie abbandonate.
Sezione “Carta Canta”

7 ottobre – ore 18.00 – sala Talassa Istituto Alberghiero
Francesca Sanzo presenta “102 chili sull’anima. La storia di una donna e della sua muta per uscire dall’obesità” (Giraldi Editore, 2015). Conversa con Giovanni Caldara
Francesca Sanzo, autrice e protagonista di questa storia, nel 2013 intraprende una dieta per perdere 40 chili e passare dall’essere una persona gravemente obesa a rientrare nel corpo che si sente addosso. Il suo percorso è una vera e propria muta, perché per perdere molti chili bisogna prima di tutto capire perché si è arrivati a indossarne tanti. Questo libro non è un manuale di dieta ma il racconto di un processo di evoluzione, di una muta per volersi bene, per riflettere su quello che si è inceppato e provare a trovare una strada nuova, anche attraverso la narrazione.
Sezione “Calabria, Fabbrica di cultura”

 

 
MARINA DI GIOIOSA IONICA
06 ottobre – ore 19:00 – Biblioteca Comunale “Mario Pellicano Castagna” – piazza dei Mille, Marina di Gioiosa Ionica
Il Comune di Marina di Gioiosa Ionica e I Presìdi del Libro-Locride presentano il libro “Adii, Fischi nel buio, cenni” di Silvio Perrella (Neri Pozza) Conversano con l’autore Lorenzo Capellini e Cristina Briguglio.
Sezione “Calabria, Fabbrica di cultura”

 

scarica il programma